Persona con piumino

Come Scegliere il Piumino da Trekking

Parliamo di come stare al caldo e in particolare del re dell'isolamento termico: il piumino. 

Per realizzarlo si riempie una giacca con morbide piume di oca o anatra, che, creando delle piccole sacche d'aria, fungono da isolante e impediscono al nostro calore corporeo di scappare.

Si tratta di un capo fondamentale per quando si arriva in cima alla montagna e si vuole poter restare con calma a fissare il panorama senza dover scappare per il gelo; ma anche per quelle attività poco intense in ambienti freddi; o anche attività intense in ambienti molto freddi. Insomma, serve in mille situazioni diverse!

Vediamo tutte le caratteristiche di questa comoda giacca! 


Risposta veloce

Come scegliere il piumino da montagna? 

  • Individua l'attività per cui intendi usarlo
  • Scegli i materiali e le caratteristiche: qualità e quantità della piuma, tessuto antistrappo, antipioggia, taglio
  • Scegli gli elementi che ti servono: cappuccio, tasche, regolazioni, sacca di compressione

Caratteristiche del piumino

Sappiamo che il piumino è lo strato termico che più di tutti ci terrà al caldo, ma a quali dettagli dobbiamo stare attenti per fare la scelta giusta? 


Cappuccio

Uomo con piumino e cappuccio alzatoCon o senza cappuccio?

Sicuramente è un elemento gradito per evitare di far scappare calore dalla testa, ma non è sempre necessario; per esempio durante una sciata si indosserà certamente una giacca impermeabile e antivento già dotata di cappuccio e averne due può essere scomodo. In uno scenario più escursionistico diventa invece molto utile per scaldarsi facilmente.

Il cappuccio deve aderire bene alla testa, nessuno vuole che il bordo continui a spostarsi e cada davanti agli occhi. Questo diventa particolarmente importante per i cappucci sufficientemente grandi da poter essere indossati sopra al casco.

Alcuni piumini hanno un cappuccio non regolabile, che resta in posizione solo grazie ad un elastico, mentre altri sono dotati di uno o due cordondini, regolabili dai lati o dal retro della testa.


Tasche

Avere diverse tasche è sempre utile, ma ricorda che solitamente avrai lo zaino, quindi non ti serve accumulare tutto il tuo materiale nel piumino, in particolare quando fai un'attività per cui potresti metterlo e toglierlo più volte. 

Le tasche più comuni sono quelle anteriori, comode anche per riposare e tenere al caldo le mani, sopratutto quelle foderate in pile. Non essendo tasche profonde, è molto utile avere delle zip di chiusura, per evitare di perdere tutto il contenuto in pochi passi. Un fattore da considerare è la loro posizione; se si trovano troppo in basso, rischiano di essere coperte dalla fascia ventrale ed essere quindi irraggiungibili senza prima sganciare lo zaino.

Spesso si hanno anche tasche sul petto chiuse da una zip verticale che si trova all'interno o all'esterno della giacca. Nel primo caso il contenuto è più protetto e al caldo, nel secondo è più immediato da raggiungere. Sono ottime per tenere cellulare, portafogli o altri oggetti sottili a portata di mano. 

Le uniche tasche che non sono necessariamente zippate sono quelle che si trovano all'altezza della pancia, dentor la giacca. Possono essere piuttosto grandi e sono utili per tenere a portata di mano oggetti più grandi, come guanti e cappello.


cordini di regolazione ed elastici

Diversi modelli di piumino sono dotati di cordoncini per stringere la giacca intorno alla vita e/o i fianchi. Sembra un aspetto da poco, ma con un po' di vento gli spifferi che passano sotto la giacca diventano fastidiosi e ti raffreddano rapidamente. 

Il blocchettino di regolazione tendenzialmente si trova sul fondo della giacca o nascosto nelle tasche. La seconda soluzione può essere preferibile per evitare di avere qualcosa che si possa impigliare, in arbusti e simili, ma controlla che il cordino non ti dia fastidio mentre tieni le mani in tasca.

Sempre per bloccare il vento e impedire al calore di scappare, è importante che anche i polsini delle maniche siano elasticizzati o regolabili; in più aiutano a tenere le maniche in posizione.


Tasca di compressione

Una caratteristica utilissima per chi tiene il piumino nello zaino (che sia durante l'attività fisica o per viaggiare), è quella di poterlo ripiegare all'interno di una tasca. È una soluzione semplice che comprime la giacca e permette di salvare molto volume. 

Alcuni modelli sono anche dotati di un moschettone (e se non c'è, puoi sicuramente aggiungerlo) per agganciare la giacca all'esterno dello zaino, sull'imbracatura o persino ai pantaloni. 

È preferibile che la tasca in cui si ripiega il piumino sia parte della giacca stessa; le tasche indipendenti vanno rimesse nello zaino e si ha sempre il rischio di perderle. 


Tessuto antistrappo

L'esterno dei piumini tradizionali e ultraleggeri solitamente è sottile e fragile, se intendi usare il piumino come strato termico sotto la giacca antivento non è un problema, ma se prevedi di sfregare contro rocce e arbusti, è meglio controllare le caratteristiche del tessuto esterno. 

Quando un piumino è stato disegnato con un tessuto durevole, la casa produttrice lo evidenzia, riportando una misura espressa in "denari (D)"; più questi sono alti, più il filo che compone il tessuto è pesante e resistente.

Per i piumini, il range va da 7D a 40D e i valori più comuni sono 10D e 20D; se vuoi trattare un po' male la tua giacca, conviene andare almeno sui 20D.


Resistenza alla pioggia

uomo con piumino sotto una cascataNormalmente, i piumini non sono impermeabili e la piuma tradizionale si "sgonfia" e perde la sua utilità quando si bagna, quindi attenzione!

Una soluzione semplice è avere sempre con sè uno strato di guscio esterno impermeabile nello zaino, ma esistono piumini che offrono un minimo di resistenza alla pioggia.

L'impermeabilità in quel caso è data dal rivestimento DWR (Durable Water Repellant), che può essere applicato all'esterno della giacca o direttamente sulla piuma che va a riempire la giacca.

Il problema di questo trattamento è che si tratta comunque di una soluzione temporanea, sopratutto se applicata al tessuto esterno, perchè tende a consumarsi a causa di sporco, abrasioni e continui lavaggi, perdendo la sua efficacia nel tempo. La buona notizia è che è possibile ri-applicare autonomamente il trattamento sulla giacca, con un semplice spray.


taglio

I due tagli più comuni di giacche sono "regular fit" e "athletic" fit, dove il primo indica una forma della giacca piuttosto dritta, mentre il secondo più sciancrata e stretta intorno ai fianchi. A volte si incontra anche l'"alpine fit", più studiato per ostacolare il meno possibile movimenti impegnativi.

La scelta è da fare in base alla forma del tuo corpo, è importante che i vari indumenti ti restino vicino, per mantenere al meglio il calore e la comodità. 


tracciabilità

Diverse compagnie indicano che la piuma dei loro prodotti proviene da sorgenti tracciabili, per evidenziare che le piume non sono state ottenute strappandole da oche e anatre vive, ma già destinate all'industria del cibo e allevate in luoghi che seguono pratiche etiche, evitando qualsiasi forma di maltrattamento.

Non si tratta di un fattore di merito sulle performance della giacca, ma vale la pena indicarne l'esistenza. 


la qualità della piuma

Non tutte le piume nascono uguali, per esempio tendenzialmente quelle di oca sono migliori di quelle d'anatra, ed esiste un modo per misurarne la qualità. 

Sappiamo che la piuma è un ottimo isolante perchè permette di creare facilmente numerose sacche d'aria nella giacca che fanno da isolante termico; a parità di peso, più le piume sono voluminose, migliore è il risultato.

Tra due giacche che offrono lo stesso calore, quella con la piuma migliore sarà più leggera e comprimibile. Tra due giacche con la stessa quantità di piuma, quella che sfrutta piuma di qualità sarà più calda e sottile.

Il parametro che misura il rapporto tra il volume della piuma e il suo peso è il CUIN, comodamente misurato in pollici cubi per oncia di peso... Per fortuna è sufficiente dare un'indicazione generale di quali sono i range di valori che definiscono una piuma di qualità o meno. 

  • 400-450: scarsa
  • 500-550: media
  • 600-750: buona
  • 750-900: ottima

Durante l'acquisto di un piumino, è importante valutare sia la qualità che la quantità di piuma; un piumino ultralight resterà sempre leggero, anche con la piuma migliore del mondo.

Mentre il valore in CUIN della qualità della piuma è semplice da trovare, la quantità di riempimento purtroppo è piu difficile che venga indicata dal produttore, quindi può valere la pena contattare il brand per ottenere un'indicazione.


Piuma animale vs sintetica

Vale la pena fare un excursus su un'alternativa alla piuma animale che ogni anno migliora le proprie qualità, cercando di diventare il miglior isolante per lo strato termico: la piuma sintetica.

Esistono diversi materiali sintetici brevettati, tra i quali uno dei più famosi è il Primaloft, che offrono una valida alternativa al piumino tradizionale, con alcuni vantaggi e svantaggi.

Punti a favore dei materiali sintetici: 

  • Più economici della piuma
  • Mantengono le loro capacità isolanti anche se bagnati
  • Se la giacca si strappa, il materiale resta al suo posto e il tessuto può essere riparato, mentre la piuma vola via
  • Alcuni materiali sono più traspiranti rispetto alla piuma

Punti a favore della piuma:

  • A parità di riempimento, offre più calore, anche se i sintetici migliori sono vicini all'eguagliarlo.
  • Si comprime molto di più 
  • È più durevole. Se i sintetici vengono compressi numerose volte, tendono a rigonfiarsi sempre di meno

Caratteristiche del piumino per ogni attività

Per partire ben direzionato sulla scelta del piumino, prima di tutto cerca di individuare come verrà utilizzato; lo userai per un'attività tranquilla o intensa? In che ambiente?

Da questa scelta deriveranno naturalmente la maggior parte delle caratteristiche della nostra giacca ideale, ecco quindi qualche scenario possibile! 


Trekking

Uomo con piumino sotto l'aurora borealeL'intensità di una bella escursione dipende molto dal tuo gusto personale; se sei una persona a cui piace un'andatura svelta probabilmente non indosserai il piumino durante la salita, a meno di trovarti in temperature sotto i -10°, ma solo una volta arrivato in cima mentre ti mangi un bel panino davanti al panorama.

Se invece, per esempio, sei un fotografo che preferisce un'andatura lenta e passi anche diverso tempo fermo per trovare lo scatto perfetto, potresti indossare il piumino anche in salita con 5° di temperatura.

In questi casi sei abbastanza libero sulla scelta delle varie caratteristiche, a seconda del budget che hai in mente. Tieni in considerazione che una piuma di qualità ti permette di avere una giacca più calda a parità di peso e ingombro; anche le altre caratteristiche che hai letto qui sopra sono ovviamente gradite, ma nessuna è necessaria.


Alpinismo

In questo caso l'attività è piuttosto intensa e ci si muove su terreni faticosi, ma l'ambiente può essere molto freddo. È possibile che utilizzerai il piumino anche durante la salita, quindi la scelta diventa più complessa, dovendo soddisfare requisiti contrastanti.

La giacca deve essere contemporaneamente calda, poco ingombrante e leggera, per questo serve una piuma di qualità che abbia un valore di cuin di almeno 750 (più in basso trovi tutti i dettagli)

Per proteggersi bene dagli elementi, è utile avere un buon cappuccio che possa essere indossato anche sopra un casco, oltre che a polsini e orli regolabili per sigillarsi. 

In più il tessuto esterno del piumino deve offrire un minimo di resistenza all'abrasione, per non rischiare di strappare la giacca contro la prima roccia che si incontra.


Arrampicata

Essendo quasi sicuro che la giacca sfregherà contro la roccia, la resistenza del tessuto esterno della giacca diventa importante. In questo caso più essere utile utilizzare una giacca in tessuto sintetico invece che in piuma, che, se strappata, non perde lo strato di isolamento e può essere riparata. Poco più nell'articolo trovi un confronto completo tra giacca in piuma e in materiale sintetico.

Se invece non volete rinunciare al calore del piumino, la soluzione più semplice è indossare al di sopra di esso la giacca antivento, che normalmente è piuttosto resistente.

Siccome la libertà di movimento è una caratteristica fondamentale in questo scenario, è importante che il tessuto esterno sia elasticizzato e l'imbottitura di sia di qualità, per avere un piumino caldo ma sottile.

Una caratteristica utile è la zip che si apre anche dal basso, perchè permette di indossare l'imbracatura senza doversi spogliare o litigare col piumino. 


Sci

Per chi scia nei resort, il piumino può essere utile per godersi pause più lunghe tra una risalita e l'altra senza correre in un rifugio oppure per non congelare su una lunga risalita in seggiovia. Se sei uno sciatore che fa numerose discese di fila però, il calore si accumula in fretta e il piumino potrebbe risultare troppo caldo. In questo caso è utile avere un piumino ben comprimibile da tenere nello zaino, pronto per qualsiasi occasione. 

Uno scialpinista difficilmente indosserà un piumino durante la salita, ma una volta arrivato a destinazione vorrà evitare di far scappare tutto il calore in un attimo. Dato che anche la discesa è un'attività piuttosto intensa, è importante scegliere un piumino leggero e traspirante


città e campeggio

Se il tuo obiettivo è semplicemente restare al caldo in situazioni normali, puoi ignorare fattori come comprimibilità e traspirabilità e concentrati invece sulla calzata e sullo stile. Specialmente per il campeggio, un buon numero di tasche può essere utile.

Per acquistarlo a colpo sicuro, bisogna ricordarsi che solitamente andrà indossato sopra diversi altri strati, quindi non deve essere troppo aderente.

Normalmente i piumini perdono la loro efficacia quando bagnati, quindi se intendi utilizzarlo senza una giacca, conviene cercarne uno che abbia un trattamento DWR (Durable Water Repellent) o che sia realizzato in piuma idrofobica.


Hai scelto? 

Spero di essere stato esaustivo e che tu ora sia convinto su come scegliere un piumino per le tue avventure in montagna; per qualsiasi dubbio lasciami un commento qui sotto!

Ti invito anche a dare un occhio agli altri articoli sul trekking, ecco i link! 


Tutti gli articoli sul Trekking

Articoli fondamentali:

 

Articoli sul vestiario: 


Cosa ne pensi?